Fed, Rosengren: i rialzi dei tassi potrebbero essere 4 nel 2017

29 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

Il presidente della Fed di Boston, Eric Rosengren, ritiene che i rialzi dei tassi che la banca centrale Usa metterà in campo quest’anno saranno ben quattro; ciò sarebbe dovuto “alla forza dell’economia” americana, tale da “giustificare una normalizzazione meno regolare dei tassi d’interesse”. Rosengren lo ha comunicato in un discorso scritto che sarebbe stato consegnato al Boston Economic Club. La Fed sarà più aggressiva perché sono già visibili i segni di “un’economia potenzialmente in surriscaldamento”.
“Se l’economia diventa troppo calda, ciò potrebbe richiedere un aggiustamento meno graduale della politica monetaria, la quale potrebbe mettere a rischio i significativi progressi che l’economia e il mercato del lavoro hanno fatto dalla Grande Recessione”. Da un lato l’inflazione si sta avvicinando al target del 2% mentre una mancanza di lavoratori qualificati potrebbe condurre all’innalzamento dei salari.
Il dollaro, in seguito alle dichiarazioni di Rosengren ha raggiunto i massimi di giornata;  al momento il dollaro guadagna lo 0,5% sull’euro (quest’ultimo vale 1,075 dollari)