Fed, board diviso: potrebbe interrompere ciclo di rialzi dei tassi da marzo

21 Novembre 2018, di Daniele Chicca

Alla fine Jerome Powell potrebbe cedere alle pressioni di Donald Trump. Le indiscrezioni riportate dall’agenzia di stampa finanziaria Market News International secondo cui la Federal Reserve avrebbe iniziato a prendere in considerazione l’idea di prendersi un momento di pausa dal ciclo di rialzo dei tassi di interesse graduale in atto ha aiutato i listini azionari e i titoli maggiormente rischiosi sui mercati Usa, penalizzando al contempo il dollaro Usa. A seconda dei prossimi dati macro e dell’andamento dei mercati, la banca centrale americana potrebbe interrompere le strette monetarie la prossima primavera,

Il dispaccio d’agenzia, in cui vengono citate persone anonime con una posizione senior in seno alla Fed, dice che il dibattito sarà acceso all’interno del board di politica monetaria a marzo e a giugno, dopo l’incremento del costo del denaro della riunione di dicembre, che è da dare quasi per scontato. Stando ai dot plot della Fed ci saranno almeno tre strette monetarie nel 2019. Questo significa che il FOMC è diviso al suo interno tra falchi e colombe e che Trump potrebbe ottenere quello che vuole.