Euro scivola dopo annunci di Draghi su TLTRO: da Bce nuove misure straordinarie

7 Marzo 2019, di Daniele Chicca

Viste le persistenti incertezze e l’economia in rallentamento dell’area euro, la Bce ha deciso di varare un nuovo round di finanziamenti vantaggiosi al sistema finanziario e di posticipare il rialzo dei tassi di interesse. Dopo l’annuncio di Mario Draghi la moneta unica ha perso terreno contro il dollaro, appesantito anche dal taglio delle stime su Pil e inflazione. La Bce agisce per non farsi trovare impreparata in caso di brusca frenata attività economica.

“Meglio muoversi con prudenza, ma muoversi, in una stanza buia, piuttosto che stare fermi”, si è giustificato Draghi. Il programma di stimolo TLTRO numero tre (operazioni di rifinanziamento a lungo termine) partirà a settembre e durerà fino a marzo 2021. Le banche otterranno prestiti a tassi molto vantaggiosi e la Bce spera che dirigeranno la liquidità addizionale nell’economia reale.

La Banca centrale europea ha abbassato le previsioni per il 2019 all’1,1% dall’1,7% annunciato a dicembre dell’anno scorso. Draghi ha osservato che c’è una “significativo rallentamento dell’espansione economica che si protrarrà nel corso dell’anno”. Dopo i commenti del presidente della Bce l’euro cala dello 0,4% a quota $1,126. “Il persistere delle incertezze legate a fattori geopolitici, alla minaccia del protezionismo e alle vulnerabilità dei mercati emergenti, stano avendo un effetto sul sentiment economico”.