Esg, Merlin (Eurizon): “Attenzione al greenwashing, finta connotazione verde”

3 Ottobre 2019, di Alberto Battaglia

“I Green bond vengono sempre più utilizzati per l’integrazione dei criteri Esg dal momento che le tematiche ambientali sono fortemente collegate a quelle sociali, quali diseguaglianza e povertà a livello globale, migrazioni dai paesi più poveri del mondo verso quelli sviluppati, sicurezza alimentare, diritti del lavoro e diritti civili”, ha dichiarato Matteo Merlin, gestore di Eurizon Fund – Absolute Green Bonds, nel corso del Funding & Capital Markets Forum in corso a Milano presso la Fondazione Stelline.

Considerata la mission di Eurizon Fund Absolute Green Bonds è importante per noi individuare i cosiddetti fenomeni di greenwashing, ovvero riconoscere gli emittenti che utilizzano impropriamente la ‘connotazione verde’”, ha proseguito il gestore, “Ci avvaliamo di un processo dedicato, complementare al processo d’investimento di Eurizon e basato su un’attività di due diligence, che si allinea ai GBP-Green Bond Principle definiti dall’ICMA (International Capital Market Association)”.