Eni affossata da calo petrolio: titolo ai minimi di 4 anni

7 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

L’ennesimo calo delle quotazioni del petrolio, su cui pesano i timori di sovraccarico dei livelli di produzione, sta pesando sull’intero comparto energetico in Borsa. Il colosso petrolifero italiano Eni è sceso ai minimi dal 2011 stamattina, in un contesto negativo per tutto il mercato in generale, complici i cali pesanti visti in Usa – dopo i verbali deludenti della Federal Reserve – e Asia, dove la Cina ha svalutato ulteriormente lo yuan, dimostrando di aver perso il controllo della situazione.

Il titolo Eni perde il 3,42% a 12,72 euro. Sul mercato energetico, il future Wti sul greggio Usa scambia poco sopra i 32 dollari al barile mentre l’analogo contratto sul Brent è scivolato ai livelli del 2004 sotto i 33 dollari al barile.