Enel: vola utile netto, conti migliori del previsto

13 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Molto positivi i risultati di Enel nei primi 9 mesi dell’anno chiusi con una crescita del 7,3% a 2.089 milioni di euro e ricavi in aumento del 3,6% a 55,9 miliardi.

Una nota della società mette in luce il risultato netto ordinario su cui si calcola il dividendo, in aumento del 42% a 2.641 milioni. L’utile netto nel terzo trimestre è pari invece a 256 milioni. In aumento anche l’Ebitda che registra un + 4,9% a 12,1 miliardi.

A traniare i risultati positivi, secondo Francesco Starace, l’a.d. e direttore generale di Enel, la buona performance dell’America Latina e le rinnovabili.

“La resilienza del nostro business in Italia e nella penisola Iberica, assieme alla buona performance di America Latina e rinnovabili, hanno trainato i risultati di Enel nei primi nove mesi del 2015, durante i quali abbiamo installato 1 GW di capacità rinnovabile. La combinazione di questi fattori ha più che compensato l’effetto cambi negativo che abbiamo registrato in America Latina e Russia sin da inizio anno. L’implementazione della strategia prosegue secondo i piani e persino in anticipo nella riduzione dei cash cost, nella generazione di cassa a supporto dell’incremento degli investimenti per la crescita e nel programma di rotazione degli asset. Siamo quindi in grado di confermare i target finanziari annunciati al mercato per l’esercizio 2015”.

Possibile inoltre l’aggregazione con Enel Green Power.

“E’ all’esame dei rispettivi Consigli di Amministrazione una ipotesi di integrazione societaria delle attività di Enel Green Power all’interno della Capogruppo Enel”.