Elezioni, S&P conferma rating Usa, outlook stabile. Ma alert incognita debito

10 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

All’indomani del trionfo di Donald Trump alle elezioni Usa, Standard & Poor’s ha diramato una nota in cui reitera il rating sul debito sovrano degli Stati Uniti. L’outlook è stato confermato a “stabile”. Il rating rimane così investment grade ad “AA+/A-1+”.

Nella nota, S&P si dice fiduciosa sulla forza di lunga durata delle istituzioni Usa di sostenere “l’esecuzione delle politiche di un governo Trump, nonostante la mancanza di esperienza del presidente eletto, fattore che alimenta l’incertezza sulle proposte politiche”.

Tuttavia S&P ha anche lanciato un avvertimento sull’elevato debito Usa.

Esiste il rischio di potenziali scelte sbagliate, fa notare, se si considera la natura ancora non testata dell’amministrazione Trump. Per S&P, se tale rischio dovesse concretizzarsi, si potrebbe manifestare una pressione al ribasso sul rating Usa.

S&P ha tuttavia anche scritto che, nel caso in cui l’adozione di una politica fiscale più proattiva riuscisse a diminuire il peso del debito, il rating potrebbe essere rivisto al rialzo.