Dopo l’Italia, anche Malta pronta ad aderire alla Bri cinese

di Mariangela Tessa
Pubblicato 13 Marzo 2019 • Aggiornato 21 Marzo 2019 17:30

Dopo l’Italia, anche Malta starebbe considerando l’ipotesi di aderire al piano di investimenti in infrastrutture internazionali della Cina, Belt and Road Initiative (Bri), ribattezzato Nuova Via della Seta.

Lo riferisce la CNBC, citando un’intervista esclusiva con Edward Scicluna, il ministro delle finanze del paese, che ha affermato che “alcuni pregiudizi” non dovrebbero intralciare i buoni affari.