Conti deposito, italiani preferiscono quelli di tipo vincolato

23 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

ConfrontaConti.it, società quotata al segmento STAR della Borsa italiana, ha paragonato i rendimenti dei conti deposito con quelli dei conti correnti, confrontando anche i tassi dei BOT annuali e sull’inflazione da luglio 2010 a gennaio 2016.

Sono over 55 (44,8% dei richiedenti) gli italiani che nel corso del primo mese del 2016 hanno preferito utilizzare i conti di deposito tra i vari strumenti bancari, si legge in un comunicato. “Si evidenzia che l’importo depositato sui conti di deposito per il 29,8% degli utenti è stato oltre i 50.000 €, in leggero aumento rispetto al primo semestre 2015, nel quale la percentuale registrata è stata del 25,4%”.

Inoltre, il 58,3% degli italiani ha preferito un deposito di tipo vincolato rispetto a quello non vincolato (41,7%).

“Il 59,6% delle richieste di conti di deposito ha interessato un investimento di durata compresa tra i 7 mesi e 1 anno e l’importo medio dei conti di deposito per età degli utenti si è attestato intorno ai 49.197€ per gli over 55, in leggero aumento rispetto al primo semestre 2015 (47.102 €)”.

Per quanto riguarda i conti correnti è emerso che gli italiani hanno utilizzato maggiormente i canali online (47,8% dei richiedenti) rispetto alle sole filiali (9,2% dei richiedenti) e che il saldo medio dei conti correnti a gennaio 2016 si è attestato a 16.566 €, ancora in aumento rispetto al primo semestre 2015 (12.545€).