Sempre più usata la banconota più “cara” d’Europa, i 1.000 franchi svizzeri

22 Febbraio 2016, di Alberto Battaglia

La banconota dal taglio più grosso del mondo, quella da 1.000 franchi svizzeri, sta aumentando notevolmente la propria circolazione in seguito alla politica della banca centrale che ha disposto, come la Bce, tassi d’interesse negativi sui depositi. L’aumento è stato del 17% dal novembre 2014, il mese precedente all’implementazione dei tassi negativi.

Mentre in Europa si sta valutando l’abolizione della banconota da 500 euro, per via del suo utilizzo nelle transazioni illegali, la SNB ha dichiarato qualche giorno fa che, al contrario, la Svizzera non sta prendendo in considerazione il ritiro dalla circolazione della sua banconota più preziosa:

“l’alta proporzione di banconote di grosso taglio indica che non sono usate solo come strumento di pagamento ma anche come un importante riserva di valore”, aveva scritto la banca centrale elveticaa.