Cina festeggia ingresso nell’indice di Msci: Borsa al top da fine 2015

21 Giugno 2017, di Livia Liberatore

Le azioni cinesi saranno inserite nell’indice globale mercati emergenti di Msci, uno dei più grandi provider di indici finanziari nel mondo. L’inclusione inizierà a maggio 2018 e la seconda fase del processo avverrà ad agosto di quell’anno. Le azioni di categoria A peseranno lo 0,5% nella composizione dell’indice Msci. Rimandata invece la decisione sull’Argentina, mentre è stata inserita nella watch list l’Arabia Saudita.

La notizia ha entusiasmato i mercati cinesi, con i trader che hanno preso d’assalto i titoli dell’azionario cinese. L’indice CSI 300, dove sono inclusi i gruppi quotati alla Borsa di Shanghai e di Shenzhen, ha guadagnato l’1,2% salendo ai livelli di chiusura più alti dalla fine del 2015. Pechino sta tentando di aprire i suoi mercati finanziari al mondo intero, per attirare preziosi capitali esteri. Secondo un funzionario dell’Msci fino a 17 miliardi di dollari potrebbero confluire nelle Borse cinesi.