Cina, accordo per 2 navi da crociera fra Fincantieri, Carnival e Ccsc

22 Febbraio 2017, di Alberto Battaglia

Un memorandum d’intesa per la costruzione di due navi da crociera è stato firmato da Fincantieri, China State Shipbuilding Corporation e Carnival Corporation: le due imbarcazioni saranno costruite in Cina per il mercato cinese, la prima volta per navi di questo tipo. L’accordo, il cui valore per le due navi è di 1,5 miliardi di dollari, prevede un’opzione anche per la costruzione di altre quattro unità. La prima consegna, al termine della costruzione il cantiere di SWS, sito del gruppo Cssc avverrà nel 2023.
La firma degli ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, di Carnival Asia, Michael Thamm, e Wu Qiang, presidente di Css è avvenuta a Pechino a margine del Business Forum Italia-Cina.
Presenti nell’occasione anche il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella e quello della Repubblica Popolare, Cinese Xi Jinping.

“Guardare allo scenario globale significa cercare di allargare i propri confini, porre le basi per far crescere ulteriormente le prospettive d’affari e accedere anche ai mercati più complessi”, ha commentato l’ad di Fincantieri, “senza un simile impegno non c’è possibilità di restare competitivi nel medio e lungo periodo. Siamo dunque convinti che l’accordo di oggi rappresenti un esempio di collaborazione industriale in grado non soltanto di ribadire la nostra leadership nel settore crocieristico ma anche di creare un sistema virtuoso fra i due Paesi”.

Il titolo Fincantieri è in rialzo del 2,46% a 0,60 euro.