Cds Italia ai minimi dal 2014, Padoan si vanta con debito al 130,8% del Pil

26 Aprile 2018, di Redazione Wall Street Italia

Era da quattro anni che non costava così poco assicurarsi contro l’eventuale default del debito governativo italiano. Il costo dei derivati Credit Default Swap a cinque anni sul debito è calato fino in area 83,730, il livello più basso da quasi 4 anni. Questo mentre l’esecutivo uscente ha approvato il DEF, nel quale il deficit del 2017 è stato rivisto al rialzo al 2,3% rispetto alla “iniziale previsione dell’1,9%” per poter destinare risorse sufficienti ad “aggredire le situazioni difficili dal punto di vista bancario.

Le stime del governo sul rapporto tra debito e Pil sono per un calo al 130,8% nel 2018, con un ulteriore abbassamento al 128% nel 2019 e al 124,7% nel 2020. Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, poi, dopo aver parlato di un “quadro incoraggiante” per la terza economia dell’area euro, ha sottolineato come lo Spread tra Btp e Bund decennali sia su “livelli molto bassi rispetto al passato” e, “fatemelo dire visto che è di moda parlare di Spagna, rispetto alla Spagna si è ulteriormente ristretto”.