Campari chiude 2019 in crescita e annuncia trasferimento sede legale in Olanda

19 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Il gruppo Davide Campari chiude il 2019 con i conti in crescita e annuncia l’intenzione di trasferire in Olanda la sede legale, mantenendo quella fiscale in Italia. Una scelta, spiegano gli amministratori, legata alla volontà di proseguire nel percorso di crescita per linee esterne, potenziando inoltre il sistema di voto maggiorato.

A fine 2019 la società ha registrato un utile netto di 308 milioni, in aumento del 4,1% rispetto all’anno precedente, su ricavi per 1,842 miliardi di euro, +5,9% organico e +7,6% considerato l’effetto dei cambi e di perimetro. L’utile operativo rettificato è stato pari a 408 milioni (+6,7% organico).

Il cda proporrà ai soci la distribuzione di un dividendo annuale di 0,055 euro per azione, in crescita del +10,0% rispetto all’anno precedente. Il debito finanziario netto si attesta a 777,4 milioni a dicembre, in diminuzione di 68,9 milioni rispetto al 31 dicembre 2018.