Brexit, Londra pagherà caro il divorzio dall’Ue: fino a 60 miliardi di euro

15 Novembre 2016, di Daniele Chicca

La priorità dei negoziatori europei è trovare un’intesa per il divorzio di Londra dall’Unione Europea, per poi concentrarsi sul tipo di accordi commerciali da stringere e sulla questione del diritto alla libera circolazione delle persone e non solo delle merci. Per il momento la prerogativa dei rappresentanti europei è quella di dedicare tutte le loro forze e tempo a un’intesa chiara e senza sfumature sulla Brexit, la separazione del Regno Unito dal blocco, presentando un conto salato sui 40-60 miliardi di euro.

Londra vorrebbe invece rivedere prima gli accordi commerciali. Il referendum sulla Brexit avrebbe dovuto risolvere una volta per tutte l’entità dei rapporti tra Londra e Bruxelles e invece, anziché mettere fine ai dibattiti sul tema, non ha fatto che alimentare i quesiti e i dubbi su una relazione molto particolare. Bruxelles ora vuole tagliare i ponti, mentre il governo di Theresa May temporeggia. Londra non ha ancora pronti piani concreti sul futuro del Regno Unito fuori dall’Unione Europea.