Borse: banche italiane migliori d’Europa, fondo Atlante convince

13 Aprile 2016, di Daniele Chicca

Dopo i cali della seduta precedente, oggi le banche italiane corrono a Milano. I titoli di Monte dei Paschi di Siena guadagnano il 6,6%, la Popolare dell’Emilia Romagna fa +5,4%, mentre Popolare di Milano sale del 5,2%. La maggior parte degli analisti concorda nel ritenere il fondo Atlante varato dal governo positivo per le banche, visto che avrà l’effetto di ridurre nettamente il rischio sistemico per il comparto.

La stampa parla di un obiettivo di riduzione dei cosiddetti non-performing loan (i crediti deteriorati) di 70 miliardi di euro e questo implicherebbe una leva di 9 volte e permetterebbe di aumentare il valore dei crediti non performanti da 20 a 24 centesimi.

Piace dotazione fondo Atlante

Convince la dotazione iniziale del fondo Atlante di 3 miliardi fornita da privati come Unicredit e Intesa Sanpaolo. In base ai calcoli del broker Equita SIM, già con una leva di 5 volte il fondo potrebbe acquistare 43 miliardi di euro di crediti deteriorati, consentendo alle banche più esposte al problema, quali MPS, Banca Carige, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, di ridurre a zero la loro esposizione a un costo contenuto.

(Immagine: Bloomberg)