Borsa, Vegas (Consob): “Elevata volatilità e pochi investitori”

9 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Elevata volatilità ha caratterizzato Piazza Affari negli ultimi mesi e a spiegarne le regioni è il numero uno della Consob, Giuseppe Vegas in occasione dell’annuale incontro con il mercato.

“Hanno assunto un ruolo sempre maggiore gli scambi dettati prevalentemente dall’intento di guadagnare su oscillazioni di brevissimo periodo, spesso attraverso transazioni infragiornaliere e ad altissima frequenza (high frequency trading) che rappresentano oltre un quarto degli scambi sul nostro mercato. Nel contempo, si va riducendo il peso delle negoziazioni che contribuiscono all’efficienza del meccanismo di formazione dei prezzi, originate da investitori di lungo periodo”.

Infine Giuseppe Vegas ha ricordato come la Borsa nel nostro Paese è ancora scarsamente rappresentativa del tessuto produttivo, meno liquida.

“Per questo, più volatile delle Borse dei principali Paesi avanzati, tanto che l’impatto di ogni notizia viene ingigantito”.