Bce, Mersch: “la piaga del protezionismo crea soltanto dei perdenti”

10 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

Dopo Mario Draghi un alto esponente di alto profilo della Bce, Yves Mersch, prende di mira Donald Trump e in particolare le sue politiche di stampo protezionista, fatte di innalzamento delle tariffe doganali e tasse ai beni importati. “La piaga del protezionismo crea solo dei perdenti”, ha detto il membro del direttorio della banca centrale europea.

Mersch ha inoltre rilasciato commenti da falco in ambito di politica monetaria, ma non abbastanza da alimentare gli acquisti sull’euro. Il membro del board ha sottolineato che le misure della Bce si sono rivelate efficaci finora e non sono pensate per durare all’infinito. “Non possiamo abbassare i tassi di interesse all’infinito”, “perché la ripresa prenda slancio dobbiamo mantenere le promesse”. L’unico obiettivo è l’inflazione al 2% ma i prezzi al consumo, secondo il giurista del Lussemburgo, rimarranno bassi ancora per un po’ di tempo.