Bce, Mario Draghi: tasso di cambio è “fonte di incertezza”

7 Settembre 2017, di Alberto Battaglia

La politica monetaria deve rimanere accomodante: lo ha dichiarato più volte il presidente della Bce, Mario Draghi, pur tenendo conto della ripresa “robusta” nella quale si trova l’Area Euro. Allo stesso tempo, perché l’inflazione si attesti ai livelli desiderati sarà necessaria “pazienza” e il proseguimento del Qe, con la possibilità di estenderlo. “Il tasso di cambio” non è un “policy target” della Bce, ha detto Draghi, rispondendo alle domande dei reporter; c’è “preoccupazione” fra molti membri del board, con opinioni discordanti. E’ stato concordato che è, per tutti, una sorgente di “incertezza” da tenere sotto controllo.