Bce lascia tassi di interesse allo zero. Nessuna proroga del QE, fino a marzo 2017

8 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

La Bce di Mario Draghi ha lasciato i tassi di rifinanziamento allo zero. I tassi sui rifinanziamenti marginali sono stati lasciati fermi anch’essi, allo 0,25%, così come i tassi sui depositi a -0,40%.

Deluse le attese di diversi economisti sul quantitative easing, che avevano sperato su una proroga del programma già in questa riunione.

La Bce ha invece confermato che il piano di acquisto di titoli pubblici andrà avanti fino alla fine di marzo del 2017, non escludendo comunque l’opzione di una estensione, nel caso in cui ce ne fosse bisogno. Il programma di quantitative easing comporta l’acquisto di titoli per un valore di 80 miliardi di euro al mese.