Bce, è la fine di un’era: quantitative easing disattivato a dicembre

14 Giugno 2018, di Daniele Chicca

È la fine di un’era, quella dei tassi zero e del denaro facile. Come previsto la Banca centrale europea (Bce) ha lasciato invariati tutti i tassi di interesse di riferimento ai minimi storici, ma al contempo ha annunciato che il programma di Quantitative Easing da 2.300 miliardi di euro sarà disattivato a dicembre. Nell’ultimo trimestre la potenza del bazooka monetario, che sarà prolungato fino a dicembre prima di essere messo in soffitta, sarà ridotta da 30 miliardi di euro al mese di acquisti di asset tra cui Bond a 15 miliardi.

Sui mercati sul Forex, l’euro che prima dell’annuncio scambiava in rialzo dello 0,22% a 1,18917 dollari, al momento si rafforza ulteriormente e fa segnare un +0,38%. I rendimenti dei BTp decennali viaggiano in rialzo di 6 punti base attualmente e non più di 10 come prima delle 13.45.