Bce, Draghi smorza tensioni banche italiane. MPS +42% anche su nuovi rumor

21 Gennaio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Boom di acquisti sul titolo MPS, che ha messo a segno un rialzo fino a +42%, beneficiando del miglioramento del sentiment dovuto alle dichiarazioni di Mario Draghi, numero uno della BCE.

Draghi non ha parlato solo della possibilità di riconsiderare la portata della politica monetaria dell’istituto (e con ogni probabilità il QE, nella prossima riunione di marzo). Il banchiere centrale ha stemperato anche l’alta tensione sulle banche italiane e proprio su , bersagliate da continue ondate di sell off nelle sessioni precedenti. Le quotazioni della banca senese hanno perso la metà del loro valore nell’arco di quattro sessioni appena.

MPS beneficia anche delle indiscrezioni, secondo cui l’Italia sarebbe prossima a raggiungere un accordo con la Commissione europea entro il fine settimana sulla creazione di una bad bank, di cui beneficerebbe proprio la banca senese.