Bce, calo prezzi greggio riflettono economia debole

6 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

 FRANCOFORTE (WSI) – Il capo economista della Bce, Peter Praet ha affermato che i bassi prezzi del greggio bassi potrebbero essere una causa della debolezza delle condizioni economiche dell’eurozona. Rischi anche per altri settori oltre a quello dell’energia.

“L’offerta potrebbe essere elevata perché cinque anni fa, quando sono stati fatti investimenti nel settore petrolifero, l’attesa era che la Cina e altri Paesi sarebbero cresciuti e avrebbero consumato petrolio, e un eccesso nell’offerta potrebbe semplicemente essere un riflesso di attese eccessivamente ottimistiche sul futuro (…)

Secono l’economista, “se cinque anni fa ci si aspettava che la crescita sarebbe stata più elevata di oggi, non è solo il settore petrolifero che è stato oggetto di investimenti eccessivi… ma anche altri settori, perché non ci sono motivi per cui le stime sulla domanda futura siano diverse nel settore petrolifero rispetto al altri settori”.