Banco Popolare: utili in aumento. Titolo su a Piazza Affari

11 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Arrivano i risultati dei primi nove mesi dell’anno per il Banco Popolare che chiude con un utile netto di 349,8 milioni, un forte miglioramento rispetto alla perdita di 121,7 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Gli analisti di Banca Imi aveva ipotizzato una crescita di 338 milioni mentre quelli di Equita di 327. Miglioramento oltre le attese anche nel singolo terzo trimestre con 56,71 milioni contro i 48 di consenso.

E mentre il totale dei ricavi da inizio anno ha subito un calo dello 0,9% a 2,607 miliardi, il margine di interesse è cresciuto dell’1% a 1,176 miliardi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo grazie al risultato della politica di riduzione del costo del funding istituzionale e della raccolta retail. Aumentano anche le commissioni nette che registrano un +1,4%, arrivando a 1,085 miliardi. La banca popolare di Verona inoltre ha diminuito il costo del credito a 575 milioni, ovvero a 89 punti base annualizzati.

“L’azione di contenimento degli oneri operativi insieme all’aumento del margine di interesse e delle commissioni nette ha consentito di raggiungere un risultato della gestione operativa pari a 1,016 miliardi, in crescita del 5,4% rispetto ai 964 milioni dello stesso periodo del 2014″.

In Borsa il titolo di Banco Popolare ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,9% a 12,89 euro.