Banche venete: arriva l’ok di Intesa Sanpaolo, ma a “molte condizioni”

21 Giugno 2017, di Daniele Chicca

Intesa Sanpaolo è pronta all’acquisizione di una parte del perimetro delle due banche venete, ma soltanto alle sue condizioni. La prima banca d’Italia per capitalizzazione, per esempio, non vuole acquistare crediti deteriorati, quelli in bonis ad alto rischio, “le obbligazioni subordinate delle due banche, nonché partecipazioni e altri rapporti giuridici non funzionali all’acquisizione”.

Le dichiarazioni dell’istituto Intesa Sanpaolo non fanno che aumentare le chance di una soluzione “di sistema” che prevede la divisione in good bank e bad bank di Pop Vicenza e Veneto Banca. L’agenzia di rating Fitch in settimana ha avvertito che una risoluzione delle banche e quindi un ricorso al bail-in, in particolare per Pop Vicenza, non è da escludere. Nessun obbligazionista può pertanto sentirsi al sicuro nemmeno chi detiene bond senior.