Azimut, raccolta netta in crescita a gennaio: titolo in salita

10 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Il Gruppo Azimut ha registrato nel mese di gennaio 2020 una raccolta netta positiva per 573 milioni. Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si è attestato a fine gennaio a 59,2 miliardi di euro, di cui 46,0 miliardi fanno riferimento alle masse gestite. Il titolo quotato a Piazza Affari ha reagito con un balzo, nonostante la giornata sottotono per le azioni italiane, del

 “Con la raccolta di gennaio si comincia a vedere la velocità di reazione e la professionalità dei nostri consulenti finanziari”, ha commentato Pietro Giuliani, Presidente del Gruppo Azimut, “in un periodo di tassi bassi rivedono con i clienti l’asset allocation dei loro portafogli inserendo prodotti alternativi atti a perseguire un maggior rendimento (“facendo pagare” ovviamente un prezzo di illiquidità su una parte dell’investimento fatto). Faccio i complimenti anche a tutti i colleghi di Azimut, e Azimut Libera Impresa, per l’intenso lavoro volto a sviluppare un’offerta di prodotti alternativi, unica in italia, tramite competenze interne ed esterne al gruppo. In ultimo constato che i “gufi e gli scettici” continuano a far perdere i soldi ai loro clienti andando avanti a shortare o/a sottovalutare il valore del lavoro che stiamo facendo a vantaggio dei nostri clienti, dei nostri azionisti e del paese in cui operiamo. Questo mese Azimut ha aggiunto oltre 450 milioni di euro da investire principalmente nell’economia reale italiana.”