Austria entra nella storia con bond centenario, rendimento del 2,15%

12 Settembre 2017, di Daniele Chicca

Se ne sta parlando poco sui mercati ma è notizia degna di nota l’avvio del collocamento di un titolo Matusalem (ovvero a 100 anni) da parte dell’Austria. Il paese, uno dei più virtuosi dell’area euro, vuole testare i mercati con l’emissione che avrebbe consentire all’Austria di recuperare almeno 1 miliardo di euro. Se l’asta del bond centenario sarà con successo, dimostrerà che c’è domanda per titoli a così lunga durata, i cui valori sono estremamente sensibili alle variazioni dei tassi di interesse. I livelli di mercato iniziali dicono che il rendimento dovrebbe aggirarsi intorno al 2,15% (60 punti base sopra il tasso del titolo con scadenza 2047).

Il tutto mentre sul mercato secondario lo Spread tra Btp e Bund decennali si è ristretto a 167 punti base e quello con i Bonos della Spagna si è abbassato a 39 punti base da 40 in vista del possibile referendum sull’indipendenza della regione catalana, che penalizza i titoli del debito spagnoli.