Petrolio ko: Arabia Saudita, cresce output a febbraio

14 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

Secondo i dati ufficiali del governo, l’Arabia Saudita ha aumentato l’output di petrolio nel mese di febbraio, pompando 263mila barili al giorno in più rispetto a gennaio. La produzione, che ritorna dunque al di sopra dei 10mila barili al giorno, resta nei limiti degli accordi Opec sul taglio della produzione sancito a Vienna.
Il barile Wti è in calo del 2% al momento a 47,45 dollari. Contestualmente alla pubblicazione dei risultati Opec sull’output dei vari Paesi aderenti al cartello, il ministro del petrolio Issam Almarzooq ha detto i prezzi del petrolio rischiano di scendere a quota 45 dollari a causa della crescita dell’offerta di shale oil.