Analisi tecnica: S&P 500 cederà un altro -20% nel 2016

12 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

La Borsa Usa è in ribasso di circa il 9% dai massimi di tutti i tempi e gli investitori temono che le perdite potrebbero accumularsi. Se si guarda alla “big picture” tuttavia si capisce come i mercati anche se sono nei guai, sono su livelli comunque molto alti rispetto alle serie storiche.

“Non dimentichiamo che vengono da sei anni in cui i rialzi sono stati del +220%“, ricorda l’analista di All Star Charts, J.C. Parets. “Chi non vive in una scatola isolato dal resto del mondo si renderà conto come sia perfettamente per i mercati muoversi verso l’alto e verso il basso”, continua Parets, secondo cui ci troviamo in un contesto di “vendi in  una fase di rialzi” piuttosto che di “compra in una fase di ribassi”.

Se si guarda al grafico dell’indice allargato della borsa americana, si nota come i massimi del 2007 per l’S&P 500 rappresentino anche il 38,2% di punteggio in più rispetto a  un eventuale calo del 20% del paniere dai livelli attuali (-26% dai massimi di sempre). È questo il livello da aspettarsi che tocchi il listino Usa al termine dell’attuale fase ribassista. “Penso che il mercato sia diretto verso i 1.570 punti”, un livello assolutamente realistico per il 2016.