Allarme S&P’s: “senza aumento tetto debito Usa, rischio crisi peggiore del 2008”

31 Agosto 2017, di Mariangela Tessa

Allarme Standard and Poor’s sugli Stati Uniti. L’agenzia di rating internazionale ha avvertito che il mancato aumento del tetto del debito, da approvare entro il 29 settembre, potrebbe aprire la crisi più pesante mai vista in USA, peggiore di quella che iniziò con il crac di Lehman Brothers.

“Mentre crediamo che il Senato farà passare l’accordo per aumentare il tetto del debito, l’impatto di un default del governo USA sarebbe peggiore del crollo di Lehman Brothers nel 2008, devastando i mercati e l’economia”, ha affermato Beth Ann Bovino, capo economista di S&P per gli USA.

L’aumento del tetto del debito è necessario per permettere al Tesoro USA e all’amministrazione Trump di finanziare le spese governative. Si tratta infatti del limite oltre il quale Washington non può più emettere nuovo debito (bond) per finanziare le spese correnti e ripagare i debiti in scadenza.