Abi, sofferenze nette in calo nel 2016 a 86,9 miliardi

14 Febbraio 2017, di Alberto Battaglia

Le sofferenze bancarie nette sono in calo dell’1,9% nel 2016 a 86,9 miliardi di euro rispetto agli 88,5 di fine 2015. Rispetto al picco del novembre dello stesso anno, di quasi 89 miliardi, il calo si attesta al 2%. E’ quanto emerge dal rapporto Abi di febbraio, nel quale si precisa inoltre che il rapporto tra sofferenze nette e impieghi totali, a dicembre 2016, è leggermente migliorato rispetto a un anno prima al 4,89% (era il 4,91%).
Il mercato dei mutui si conferma in ripresa con una variazione positiva dell’1,9% nel corso del 2016; aumentati anche i prestiti delle banche alla clientela a 1805 miliardi di euro: i prestiti a famiglie e imprese sono cresciuti dell’1,1% su base annua.