Nella corsa per Alitalia, Lufthansa in pole position

13 Aprile 2018, di Mariangela Tessa

Nella corsa per rilevare Alitalia, almeno finora, Lufthansa è in pole position. È quanto si deduce dalle parole del ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda che, intervistato dal Tg1, ha confermato che è quella dei tedeschi l’offerta migliore pervenuta ai commissari.

“Sì, si tratta di quella di Lufthansa” ha detto Calenda, specificando che “C’è un miglioramento sia in termini di mantenimento delle rotte intercontinentali in particolare, sia in termini di personale”, ha spiegato il ministro, precisando comunque che “è una proposta che va ulteriormente negoziata”.

Un’indicazione che gli altri offerenti, la cordata capitanata da easyJet con al seguito Delta, Air France-Klm e Cerberus, e gli ungheresi del vettore low cost Wizz Air, dovranno tenere di conto nel corso dei negoziati.

Restano intanto cofermati gli esuberi:

“Io credo che esuberi ci saranno in ogni caso, ovviamente si possono ulteriormente ridurre con un negoziato, e importante sarà anche gestirli con tutte le forme di ammortizzatori possibili per quegli esuberi che rimarranno”, ha aggiunto Calenda, che ha poi specificato che la necessità di prorogare di sei mesi la procedura di vendita riflette due ragioni: “la prima è che le proposte che sono arrivate sono in alcuni casi migliorative ma non ancora soddisfacenti. Inoltre su questo si dovrà esprimere il nuovo Governo. E’ impensabile procedere a una negoziazione stringente, ad una vendita anche perchè l’acquirente vuole aspettare che arrivi il nuovo governo”.