Napoli nuova Silicon Valley: apre centro accademico Apple

5 Ottobre 2016, di Daniele Chicca

Il colosso hi-tech Apple non poteva scegliere un posto più insolito per lanciare il suo nuovo centro accademico italiano: la periferia di Napoli. La Silicon Valley arriva nel capoluogo campano questa settimana e lo fa nella speranza di formare 200 giovani e fare diventare loro i leader della “app economy” di domani, grazie alle lezioni e ai consigli delle migliori e più brillanti menti del mondo.

Apple aprirà in settimana un nuovo centro accademico a San Giovanni a Teduccio, nella periferia napoletana, che non ha certo l’aspetto di un centro di alta tecnologia. Tutti gli studenti della iOS Developer Academy avranno a disposizione i dispositivi di ultima generazione prodotti dalla società californiana (iPhone, Macbook, iPad) e per nove mesi seguiranno corsi gratuiti all’Università Federico II.

Il workshop, offerto da Apple che ha investito 10 milioni di dollari nell’ateneo, tra i più antichi al mondo, prende il via il 6 ottobre al nuovo campus San Giovanni. La struttura e l’architettura delle classi sono state disegnate dalla stessa Apple.

La collaborazione tra Apple e l’Italia è già stata salutata dal governo Renzi come una grande iniziativa che potrebbe ridare speranza a migliori di giovani del Sud senza un futuro, che fanno fatica a trovare lavoro. Potrebbe inoltre aiutare a combattere lo stereotipo che vuole il Meridione come una regione senza le capacità e i mezzi per attirare investimenti stranieri. 

Alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo arrivano dall’Europa e siamo certi che questo centro aiuterà la prossima generazione ad acquisire le competenze necessarie per avere successo“, aveva detto il CFO di apple Luca Maestri nel dare l’annuncio della partnership.

Nel primo trimestre l’obiettivo degli insegnanti sarà quello di migliorare ed elevare le competenze degli studenti nello sviluppo dei programmi per il sistema operativo iOS, mentre nella seconda parte del corso si entrerà nel vivo, con gli studenti che prenderanno parte a lezioni mirate sulla creazione di startup e sulla progettazione di app, che potranno essere vendute un giorno nell’App Store.

Dall’anno prossimo i corsi verranno aperti a 400 studenti. Quest’anno ben 4mila persone hanno fatto domanda nell’arco di appena 11 giorni, ma solo un ventesimo di loro è stato accettato. Il compianto Steve Jobs, confondatore visionario di Apple, potrebbe presto prendere il posto di Maradona nel cuore dei napoletani.