Mps, la banca degli scandali. Perquisiti dipendenti

5 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La Guardia di finanza sta eseguendo perquisizioni in diverse localita’ d’Italia nell’ambito di una delle inchieste della procura di Siena su Mps. Secondo quanto si apprende da fonti investigative l’ipotesi dei magistrati senesi e’ quella di una truffa ai danni della banca che risulterebbe quindi parte lesa. Le perquisizioni in corso sarebbero uno sviluppo delle indagini sulla cosiddetta banda del 5%.

Le perquisizioni in corso questa mattina nell’ambito delle indagini della procura di Siena riguarderebbero anche dipendenti ed ex dipendenti di Banca Monte dei Paschi di Siena. E’ quanto si apprende da fonti giudiziarie. Gli uomini del nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza stanno eseguendo le perquisizioni in varie citta’ d’Italia e anche nella sede operativa di banca Mps in viale Mazzini a Siena. Le operazioni di stamani sono uno sviluppo dell’inchiesta aperta da tempo sulla cosiddetta banda del 5% ma le perquisizioni riguarderebbero soggetti fino a oggi non entrati nell’indagine e che comunque non risultavano indagati. L’ipotesi dei pm senesi e’ quella di una truffa ai danni di banca Mps che risulterebbe quindi parte lesa.

Gli uomini del nucleo di polizia valutaria della Guardia di finanza stanno eseguendo una perquisizione anche nella sede milanese della societa’ di intermediazione immobiliare Centrosim nell’ambito dell’inchiesta della procura di Siena sulla cosiddetta banda del 5%. E’ quanto si apprende da fonti giudiziarie. Centrosim e’ la societa’ di intermediazione che fa capo all’istituto centrale delle banche popolari. Nessun dirigente o dipendente della societa’ risulterebbe indagato. Altre perquisizioni sono in corso, una anche a Siena nella sede operativa di Banca Mps. (ASCA)