Millennials: carte di credito in rosso ma la colpa non è loro

16 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Più della metà dei millennials oggi ha una carta di credito, cosa che riflette una realtà finanziaria che altre generazioni di giovani non hanno dovuto affrontare. E’ Business Insider che riporta i risultati di un sondaggio condotto da Insider e Morning Consult su circa 2069 americani e di questi più di 670 millennials, ossia giovani di età compresa tra 23 e 38 anni nel 2019.
Ebbene più della metà (51,5%)  ha dichiarato di avere un debito da carta di credito.

Di questi poco più della metà (54%) ha dichiarato di avere un debito di meno di 5.000 dollari, il 24% ha detto di essere in debito da 5.000 a 10.000 dollari.
Il restante terzo ha detto di essere in debito in misura significativamente maggiore: il 18% per oltre 10.000 dollari, il 9% per più di 20.000 dollari e il 4,5% per più di 30.000 dollari.
Tutte cifre che causano stress. Circa il 67% dei millennials titolari di carta di credito con debito da pagare ha dichiarato di sentirsi stressato, anche che quelli con minori somme da pagare.

 

Cosa emerge dal sondaggio

Ciò che emerge dal sondaggio comunque è che il costo della vita sta superando la crescita del reddito per le giovani generazioni di oggi. I millennials indebitati riflettono alcuni dei problemi finanziari che vive la loro generazione nel complesso, in particolare un costo della vita crescente che supera la crescita del loro reddito.

Numerosi studi dimostrano che i millennials hanno un potere d’acquisto inferiore a quello delle generazioni precedenti alla stessa età. Così un rapporto del 2018 della Student Loan Hero ha scoperto che l’affitto, i prezzi delle case e le tasse universitarie sono aumentati più velocemente dei redditi negli Stati Uniti.
Non aiuta il fatto che, secondo un recente rapporto di SuperMoney, le persone di età compresa tra i 25 e i 34 anni hanno visto i propri redditi aumentare in media di soli 29 dollari dal 1974, anno in cui guadagnavano in media 35.426 dollari e nel 2017 soli 35.455 dollari.
Un circolo vizioso che fa lievitare il debito dei giovani e i loro stress.