Metaverso: Toyota e Nissan svelano i loro piani

26 Aprile 2022, di Gianmarco Carriol

Nissan e Toyota, due delle più grandi case automobilistiche giapponesi, sono tra gli ultimi grandi marchi e aziende a rivelare i rispettivi piani sul metaverso.

Secondo un rapporto di Nikkei Asia, Nissan ha creato una versione digitale della sua galleria dell’esperienza del marchio, soprannominata Nissan Crossing, in cui i visitatori possono comprendere la suite di tecnologie di guida avanzate dell’azienda.

Il rapporto ha aggiunto che lo showroom presenta il nuovo veicolo elettrico di Nissan, Ariya e i visitatori selezionati potranno partecipare a un tour virtuale. In futuro, lo spazio digitale ospiterà anche lanci di veicoli e altri eventi.

Sul suo sito web, Nissan ha affermato che la sua tecnologia Invisible-to-Visible (I2V), che utilizza un’interfaccia di realtà aumentata AR 3D per unire il mondo reale e il metaverso, “crea possibilità illimitate per servizi e comunicazioni che renderanno la guida più comoda, confortevole ed emozionante.”

Nissan utilizza la sua per la sua tecnologia I2V per solo due applicazioni e sarà  lanciata completamente solo nel 2025. In primo luogo, la tecnologia ha lo scopo di migliorare la guida fornendo al guidatore “informazioni avanzate sull’area circostante, comprese le informazioni predittive davanti al veicolo”.

In secondo luogo, la tecnologia utilizzerà il metaverso per visualizzare la famiglia lontana, gli amici e altri all’interno del veicolo come avatar 3D.

“Gli avatar possono unirsi all’interno del veicolo come compagno di guida o aiutare a supportare la guida con consigli e suggerimenti”, ha affermato la società.

Nel frattempo, anche la rivale Toyota ha avviato progetti per il metaverso, sebbene questi siano un po’ diversi. Toyota intende creare workstation virtuali per alcuni dipartimenti e le sue sussidiarie, consentendo agli avatar dei dipendenti di spostarsi negli ambienti dell’ufficio, partecipare a riunioni e discutere con i colleghi.

“Con più persone che lavorano da casa a causa del coronavirus, stiamo fornendo ai giovani dipendenti e ad altre opzioni di comunicazione all’interno dell’azienda”, ha affermato un rappresentante della Toyota.

La spinta nel metaverso di Nissan e Toyota segue mosse simili da parte di altri marchi automobilistici di tutto il mondo.