Mercato auto Ue in ginocchio, immatricolazioni Fiat -1,2%

17 Aprile 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Diciottesimo calo consecutivo per il mercato dell’auto in Europa, con le vendite che sono scese -10%.

Stando ai dati dell’Acea, la European Automobile Manufacturer’s Association, le immatricolazioni sono calate a 1,35 milioni di veicoli a marzo, da 1,5 milioni dello stesso mese dello scorso anno. In generale, nel primo trimestre, le vendite sono calate in Europa -9,7% a 3,1 milioni di unità.

Il gruppo Fiat Group Automobiles ha immatricolato nei 27 Paesi Ue più quelli Efta 80.703 nuove vetture, -1,2% rispetto ad un anno fa. Il marchio Fiat è invece cresciuto del 7,7% a 63.149 unità. Nel primo trimestre il Lingotto ha ceduto il 9,1% a 197.806 unità. Il Lingotto ha visto la propria quota di mercato salire a marzo su base annua al 6%, contro il 5,4% del marzo del 2012, ma su base mensile la quota è scesa rispetto al 6,8% di febbraio. Nel trimestre, la quota di mercato è stata del 6,4%, contro il 6,3% del primo trimestre dello scorso anno.

Sorprende il forte calo in Germania, che si è assicurata il triste primato di aver assistito al calo delle vendite più forte dei principali mercati europei, pari a -17%. “Il mercato delle auto commerciali nell’Europa occidentale è vicino ai livelli che sono stati testati l’ultima volta nel 1993, e la Germania (che ospita case automobilistiche del calibro di Volkswagen e BMV, è in caduta libera”, ha commentato Max Warburton, analista di Sanford C. Bernestein, con sede a Singapore”.