Mercato auto minimi ’96. Fiat scivola

16 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Mercato dell’auto ancora in calo in Europa a giugno. Secondo i dati Acea, lo scorso mese le vendite sono diminuite del 5,6% rispetto a giugno 2012, con 1.134.042 nuove vetture immatricolate. Si tratta del livello più basso raggiunto dal 1996. Nei primi sei mesi dell’anno la flessione è stata del 6,6% con vendite che si sono fermate a 6.204.990 unità.

A giugno l’unico mercato in controtendenza è stato quello britannico (+13,4%) mentre le vendite sono diminuite in Spagna (-0,7%), in Germania (-4,7%), Italia (-5.5%) e Francia (-8,4%) .

Da gennaio a giugno il mercato britannico è cresciuto del 10% mentre la Spagna ha registrato una flessione del 4,9%, dell’8,1% la Germania, del 10,3% l’Italia e dell’11,2% la Francia.

Vendite in calo a giugno in Europa per il gruppo Fiat che ha segnato una flessione del 13,6% rispetto allo stesso mese del 2012, con 69.027 auto vendute. La quota mercato, secondo i dati Acea relativi all’Ue a 27 più i paesi Efta, è passata dal 6,4% al 5,9%. Nei primi 6 mesi il calo nelle vendite è stato del 10,3% a 409.142 nuove immatricolazioni con una quota mercato passata dal 6,6% al 6,4%.

Il risultato delle vendite Fiat a giugno è stato condizionato principalmente da due fattori: il cattivo andamento del mercato italiano e la mancanza di alcuni componenti, che hanno bloccato sui piazzali numerosi veicoli venduti che non è stato possibile completare. Lo sottolinea il Lingotto. Panda e 500 hanno dominato il segmento A. Bene anche la 500L e Freemont, ancora una volta tra le auto più vendute nei loro segmenti.

Fiat segnala comunque i risultati positivi ottenuti dal Gruppo in alcuni dei principali mercati europei. In Francia le vendite sono aumentate a giugno del 6,6 per cento (in un mercato che ha perso l`8,4 per cento) e la quota è stata del 3,7 per cento, 0,5 punti percentuali in più rispetto allo stesso mese del 2012. Nel Regno Unito le immatricolazioni sono cresciute del 13,4 per cento con una quota stabile al 3,2 per cento. In Spagna, dove il mercato ha perso lo 0,7 per cento, il Gruppo Fiat ha aumentato le vendite del 12,9 per cento e la quota è cresciuta di 0,5 punti percentuali, attestandosi al 4,3 per cento.

Il marchio Fiat in Europa a giugno ha immatricolato oltre 54.300 vetture, per una quota stabile rispetto all`anno scorso del 4,6 per cento. Nei primi sei mesi dell`anno il brand ha registrato oltre 318 mila vendite e la quota è del 4,9 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali rispetto al primo semestre dell`anno scorso. (TMNEWS)