Mercati sull’ottovolante, cosa provocherà il loro rimbalzo

18 Marzo 2020, di Massimiliano Volpe

Anche oggi i principali listini hanno vissuto una seduta caratterizzata da una nuova ondata di vendite.  A Francoforte l’indice DAX ha messo a segno una flessione 5,56% mentre a Parigi il CAC 40 ha registrato un calo del -5,94%. Piazza Affari ha limitato le perdite con il FTSE MIB che arretra solo dell’1,27%.
Le borse americane arretrano di oltre sette punti percentuali.

Penalizzate dalle prese di beneficio anche i titoli di Stato della zona euro e le principali materie prime con il Brent in calo del 12% a 25,3 dollari. Le vendite hanno colpito anche i beni rifugio cone l’oro, che mette a segno un calo del 2% a 1.488 dollari.

I timori degli investitori sono legati al fatto che le misure messe in atto dalle banche centrali e dai singoli stati sono ritenute del tutto insufficienti per fare fronte alla gravità della situazione che potrebbe sfociare in una recessione mondiale.

Per Altaf Kassam, responsabile di Investment Strategy & Research per l’area EMEA di State Street “è difficile pensare a eventi che, separatamente, potrebbero provocare un rally del mercato”.

Pertanto per l’esperto di State Street è necessario che si presentino simultaneamente un paio di questi tipi di eventi. Idealmente la top 3 sarebbe composta da:

1) scoperta di un vaccino o di un trattamento efficace;
2) ritorno della propensione al rischio nelle negoziazioni, soprattutto nei mercati obbligazionari e del credito;
3) stime credibili sull’entità della crisi economica nel secondo e terzo trimestre, nell’ipotesi in cui le attuali misure di lockdown restino in vigore.

Inoltre, un quarto evento che potrebbe fungere da innesco e accendere i mercati è rappresentato da un piano fiscale post-virus coordinato, che sembra già essere in atto”.

Il lato positivo è che, una volta che la diffusione del virus si sarà placata, da State Street si aspettano che molti governi rimettano in moto le economie con stimoli fiscali coordinati, in modo che l’attività economica possa riprendere rapidamente.