Mastercard e J. P. Morgan lanciano la piattaforma Pay-by-Bank

14 Novembre 2022, di Valentina Magri

Alla luce del declino dei pagamenti tradizionali, Mastercard e J.P. Morgan hanno unito le forze e lanciato Pay-by-Bank, nuova piattaforma di pagamenti bancari digitali si avvale dell’open banking, che consente ai consumatori di autorizzare la condivisione dei propri dati finanziari con terze parti. La piattaforma permette di pagare le bollette direttamente dal conto bancario con maggiore sicurezza. L’ha reso noto Mastercard in una nota la scorsa settimana. J.P. Morgan Payments e Mastercard stanno attualmente sperimentando il Pay-By-Bank con un piccolo numero di fatturatori ed esercenti statunitensi quest’anno e prevedono di espandere ulteriormente la piattaforma nel 2023.

Cos’è Pay-by-Bank

Pay-by-Bank ha un enorme potenziale per gli emittenti di fatture, in quanto elimina il problema dei pagamenti ricorrenti come l’affitto, le utenze, i pagamenti al governo, le tasse universitarie, le assicurazioni e l’assistenza sanitaria, per i quali solitamente si utilizza in Usa l’ACH (acronimo di Clearing House automatizzato, ossia una rete elettronica basata su computer per l’elaborazione di transazioni, in genere pagamenti domestici di importo ridotto, tra gli istituti finanziari partecipanti). Da un lato, i clienti non dovranno più affrontare la noia di digitare i numeri del bollettino e del conto ogni volta che devono pagare una bolletta. Dall’altro per gli emittenti di fatture e gli esercenti, questa soluzione automatizza l’onboarding dei consumatori, riduce il rischio e il costo della memorizzazione delle informazioni sul conto bancario e consente ai fatturatori di eliminare il problema dei pagamenti ricorrenti, come affitto, utenze, pagamenti al governo, tasse scolastiche, assicurazioni e assistenza sanitaria, trattando direttamente con la banca di una persona per il pagamento.

Gli emittenti di fatture i cui consumatori pagano già con ACH possono scegliere di integrare la soluzione Pay-by-Bank di J.P. Morgan Payments nella pagina dei pagamenti esistente. I clienti selezionano “Pay-by-Bank”, a quel punto viene loro richiesto di trovare la propria banca, di verificare se stessi utilizzando il processo di autenticazione già noto della propria banca – ad esempio una scansione biometrica – e di condividere in modo sicuro le informazioni del proprio conto bancario per completare il pagamento per conto del fatturatore.

Pay-by-Bank utilizza anche l’apprendimento automatico negli Smart Payment Decisioning Tools di Mastercard per analizzare il momento migliore per avviare il pagamento in base al comportamento storico delle transazioni e ai modelli di rischio del cliente debitore, assicurando che i pagamenti importanti siano effettuati e al contempo riducendo il rischio di restituzioni a causa di un saldo insufficiente.

Pay-by-Bank è un’altra innovazione in cui l’open banking consente alle persone e alle imprese di tutto il mondo di condividere in modo sicuro i propri dati per accedere a esperienze innovative. Max Neukirchen, responsabile delle soluzioni Payments & Commerce di J.P. Morgan Payments, spiega:

“Il nostro obiettivo è rimanere all’avanguardia nell’innovazione dei pagamenti. Siamo lieti di collaborare con Mastercard a questa soluzione, poiché le sue funzionalità di open banking trasformeranno l’esperienza di pagamento. Insieme, offriremo una soluzione Pay-by-Bank attraente, semplice e sicura, che offre una scelta ai nostri clienti e ai loro clienti che utilizzano l’ACH come meccanismo di pagamento. Questo fa parte della visione di J.P. Morgan Payments di accettare qualsiasi pagamento, sempre e ovunque”.

Chiro Aikat, executive vice president, Merchants & Acceptance di Mastercard North America, afferma:

“Sia i fatturatori che i consumatori hanno a disposizione una scelta di pagamento più ampia, ma la partnership promuove anche l’innovazione dei pagamenti su due fronti: la facilità dell’esperienza dell’utente e la sicurezza della condivisione dei dati. La tecnologia alla base di Pay-by-Bank riduce la probabilità di transazioni non autorizzate e libera i nostri clienti dalla necessità di conservare – e dalla responsabilità di conservare in modo sicuro – le informazioni bancarie dei consumatori. Ci siamo resi conto anni fa che il modo in cui le persone pensano al denaro e al commercio sta cambiando. Vogliono pagare e farsi pagare come preferiscono, dove preferiscono e quando preferiscono. Siamo entusiasti di questa nuova partnership con J.P. Morgan Chase e dell’opportunità che ci viene offerta di potenziare le esperienze di pagamento delle persone”.

Mastercard e l’open banking

Mastercard ha portato la sua competenza ed esperienza nel mondo dei pagamenti basati sui conti nel 2017 con l’acquisizione di Vocalink. Da allora, l’azienda ha continuato a concentrarsi sugli sforzi per offrire una maggiore scelta e sicurezza nelle esperienze dei servizi finanziari, compresi gli investimenti nell’open banking come le acquisizioni di Finicity e Aiia.

Mastercard ha anche ampliato le sue funzionalità di pagamento contactless in occasione della maratona di New York dello scorso 6 novembre. Ai corridori è stata data l’opportunità di inserire un chip per i pagamenti contactless “Tap & Go”, precaricato con 10 dollari, nel pettorale di gara, dimostrando quanto sia facile e veloce offrire alle persone opzioni di pagamento innovative.