Mario Draghi: l’uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto

17 Febbraio 2021, di Redazione Wall Street Italia

Mario Draghi: l’uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto

di David Riley, Chief Investment Strategist at BlueBay Asset Management

Sono tempi difficili per tutti i Paesi, costretti ad affrontare la crisi sanitaria ed economica provocata dalla pandemia da Covid-19. Questa, però, è anche un’opportunità unica per l’Italia per investire per il futuro, usando gli oltre 200 miliardi di euro messi a disposizione con il Next Generation EU e il Recovery Fund.
La sfida è quella di utilizzare in modo efficiente questi fondi, ma i precedenti dell’Italia nello sfruttare il più possibile i fondi strutturali europei e gli investimenti pubblici in generale sono contrastanti.

Detto questo, sebbene sia un’opportunità chiave, la maggior parte delle buone notizie ad essa legata è già stata prezzata negli asset italiani. Ad aprile abbiamo acquistato BTP, quando lo spread era superiore a 250 punti base, e deteniamo ancora titoli di Stato italiani, ma abbiamo ampiamente ridotto il nostro sovrappeso nel corso dell’ultima settimana circa, semplicemente perché ci sembra più simmetrico in termini di pricing. Sebbene mi aspetti un’ulteriore compressione degli spread, sulle valutazioni attuali il profilo rischio rendimento è meno convincente, a nostro avviso.

L’approccio del nuovo governo di Mario Draghi nell’elaborare un piano e assicurarsi di spendere le risorse il prima possibile, ma anche nel modo più efficace possibile sarà cruciale.
Il nuovo primo ministro, Mario Draghi, potrebbe dover imporre alcune riforme della pubblica amministrazione per assicurarsi che i fondi vengano investiti in maniera efficiente, ma misure di più ampio respiro sono improbabili a causa dell’eterogeneità politica del governo.

Mario Draghi è l’uomo giusto nel posto giusto al momento giusto per fare il massimo per l’Italia in una fase cruciale per le opportunità del Next Generation EU e del Recovery Fund. Speriamo che il nuovo governo colga questa opportunità per l’Italia e l’Europa. Molte di queste speranze sono già riflesse nei prezzi e il focus ora è sui risultati.