Manovra: detrazioni nel 730 solo con moneta elettronica. Ora anche ristoranti e idraulici

15 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Detrazioni fiscali nel 730 solo con spese tracciabili e bonus ad hoc per alcune spese pagate con moneta elettronica. Sono queste le ultime modifiche alla manovra di bilancio che starebbe studiando il governo in nome della lotta all’evasione fiscale.

Per quanto riguarda le detrazioni fiscali, quelle previste dal fisco quando si sostengono determinate spese da indicare nella denuncia dei redditi, dalle mediche alle sportive come i pagamenti delle iscrizioni in piscina, a danza, al tennis dei propri figli, fino alle veterinarie e a quelle funebri, si prevede l’obbligo di pagamento con strumenti tracciabili, pena l’esclusione.
Rimanendo in tema di detrazioni, il Governo Conte da una parte punterebbe ad escludere dalle agevolazioni fiscali chi ha redditi superiori a 100-120mila euro e dall’altra introdurrebbe una nuova detrazione fiscale, al 10 o al 19% per una serie di nuove spese, dall’idraulico al parrucchiere fino al ristorante.

L’incentivo al pagamento con metodi tracciabili si concretizzerà anche abbassando le commissioni per gli esercenti, nonché si prevede un abbassamento del limite di uso del denaro contante, dagli attuali 3.000 si tornerà a 1.000 euro. Una spinta a chiedere la ricevuta, e quindi obbligare all’adempimento fiscale, arriverà anche dalla lotteria degli scontrini che farà il suo debutto dal 1° gennaio 2020.

Si potrà partecipare alla lotteria degli scontrini  rilasciando il codice fiscale al momento del pagamento per acquisti superiori ai due euro e la probabilità di vincita dei premi della lotteria aumenterà del 20%, rispetto alle transazioni effettuate in contanti, se si paga con bancomat o carta di credito.  Il premio poi sarà esentasse e saranno previste sanzioni per quegli esercenti che si rifiuteranno di far partecipare il cliente alla lotteria degli scontrini.