LeftHand Networks incrementa le potenzialità di disaster recovery in ambienti virtualizzati con

13 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

LeftHand Networks,® produttore leader di SAN iSCSI ad alta disponibilità, ha annunciato oggi il supporto per VMware Site Recovery Manager. VMware Site Recovery Manager è un prodotto innovativo per la gestione e l’automazione del disaster recovery. In quanto parte della suite leader di settore di VMware di prodotti per la gestione e l’automazione per centri dati, VMware Site Recovery Manager semplifica la progettazione e il collaudo di continuità aziendali e riduce le difficoltà e i rischi comportati dall’implementazione di programmi di disaster recovery. Lo Storage Replication Adapter certificato di LeftHand Networks consente ai clienti di disporre di una soluzione completa di disaster recovery (DR) che automatizza il processo di DR per sistemi e memorie in ambienti virtualizzati. “La collaborazione tra VMware e LeftHand Networks mira a velocizzare il processo di disaster recovery garantendone al contempo affidabilità e accessibilità” ha affermato Parag Patel, Vicepresidente del settore Collaborazioni di VMware. “L’interoperabilità tra le soluzioni di memoria di LeftHand e VMware Site Recovery Manager consente ai clienti di automatizzare il collaudo e il ripristino di applicazioni e di processi di ripristino dati in ambienti virtualizzati VMware.” Le aziende si trovano a dover rispettare obiettivi di tempo di ripristino rigidi, obiettivi di successo e requisiti di conformità, senza però interrompere la ricerca di soluzioni di disaster recovery affidabili e innovative in grado di stare al passo con le aspettative riposte nelle aziende IT. I sistemi SAN di LeftHand Networks dotati di Storage Replication Adapter e in combinazione con VMware Site Recovery Manager offrono ai clienti una soluzione di disaster recovery integrata e totalmente automatizzata. La soluzione di ripristino combinata sfrutta i vantaggi concorrenziali delle potenzialità del Remote Copy di LeftHand Networks, tra cui: Copie remote dei dati efficienti in termini di capacità che incrementano la velocità di ripristino e massimizzano l’impiego delle SAN. Di LeftHand Networks Remote Copy si avvale dell’Advanced Thin Provisioning (Capacità Virtuale Avanzata) per scongiurare la necessità di capacità di riserva aggiuntiva nel sito di disaster recovery. Utilizzo ottimale di risorse network / WAN per una qualità prevedibile di servizi e prestazioni. Di LeftHand Remote Copy include strozzamento della larghezza di banda per consentire un impiego ideale delle risorse WAN condivise per ottenere la replicazione dei dati senza che i restanti flussi di traffico nella WAN ne risentano. Failover e failback dei dati rapidi e semplici in caso di disastro. Di LeftHand Networks Remote Copy include capacità di failover e failback incrementali gestite tramite una semplice interfaccia Wizard. Al contrario di numerosi fornitori di memorie, una volta completato il ripristino del centro dati principale, il failback dei dati necessita semplicemente del trasferimento delle modifiche incrementali apportate a seguito del malfunzionamento originario. “La combinazione di Storage Replication Adapter di LeftHand Networks e VMware Site Recovery Manager fornisce ai clienti un’eccellente soluzione semplificata di DR che consente il ripristino di macchine virtuali e memorie con un semplice gesto” ha commentato Mike Laverick, RTFM Education. “Le soluzioni certificate rivestono una grande importanza per i clienti e per questo sono lieto che lo Storage Replication Adapter di LeftHand sia certificato per VMware Site Recovery Manager. Grazie alla certificazione, i clienti possono beneficiare delle funzionalità uniche di Remote Copy di LeftHand e, al contempo, della compatibilità e del supporto totali di VMware Site Recovery Manager.” Con la produzione di un singolo adattatore compatibile con tutta la sua famiglia di soluzioni SAN, tra cui SAN iSCSI e Virtual SAN Appliances (VSA), LeftHand Networks offre ai clienti un modo per semplificare il disaster recovery in ambienti virtualizzati. Avvalendosi della sua architettura di replicazione block-based Remote Copy, la SAN iSCS I di LeftHand assicura una combinazione costante con VMware Site Recovery Manager garantendo altresì vantaggi in termini di prestazioni, sicurezza e ripristino per applicazioni virtualizzate in ambienti cliente. “LeftHand si dedica allo sviluppo dei migliori sistemi di protezione dati, disaster recovery e soluzioni a elevata disponibilità in ambienti server e storage virtuali” ha dichiarato Larry Cormier, Vicepresidente Marketing di LeftHand Networks. “Ecco perché i nostri sistemi di memoria presentano capacità integrate di copia sincrona e asincrona e funzionalità avanzate come la capacità virtuale per sistemi snapshot efficienti in termini di spazio e failover e failback automatizzati. La combinazione di VMware Site Recovery Manager e di tali funzionalità consente un ripristino più rapido e più semplice in un pacchetto di più facile utilizzo.” Disponibilità Lo Storage Replication Adapter di LeftHand Networks sarà scaricabile gratuitamente dai siti Web di LeftHand Networks e VMware a partire dal 31 maggio 2008. Lo Storage Replication Adapter di LeftHand Networks è compatibile con tutta la suite di soluzioni SAN iSCSI di LeftHand Networks. Informazioni su LeftHand Networks LeftHand Networks ha introdotto per prima le storage area networks (SAN) basate su IP nel 2001. Le SAN realizzate con il software SAN/iQ® di LeftHand sono in grado di distribuire e proteggere dati attraverso un cluster di server di memoria. L’architettura brevettata della società incrementa la disponibilità di dati, consente agli utenti di avviare e accrescere costantemente la SAN e semplifica la gestione. La SAN di LeftHand è ideale per il consolidamento di memoria e server, per le SAN multisito e per il disaster recovery. Le SAN di LeftHand sono disponibili negli USA, in Canada e in Europa. Per ulteriori informazioni, contattare LeftHand all’indirizzo [email protected] Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Ignite PR/IR ConsultingLinda Dellett, +1 303-439-9398Kathleen Sullivan, +1 [email protected]