Le famiglie italiane che hanno migliorato la loro situazione economica

21 Febbraio 2020, di Massimiliano Volpe

Gli italiani ritornano a guardare al futuro con fiducia. E’ quanto emerge dalla ricerca “La soddisfazione dei cittadini” condotta dall’Istat.

Secondo l’istituto centrale di statistica la situazione economica è stabile per oltre 6 famiglie su 10.  In particolare nel 2019 è cresciuta sensibilmente (74,1% contro 70,6% del 2018) la quota di famiglie che giudicano migliorata o invariata la propria situazione economica rispetto all’anno precedente.
In particolare, cresce la percezione di stabilità (65,2% rispetto a 62,5% del 2018) e di poco anche quella di miglioramento della situazione (8,9% rispetto a 8,1% del 2018).

Rispetto al 2018 la crescita ha riguardato uomini e donne in egual misura e tutti i gruppi di età, in particolare le persone di 55-59 anni (da 49,8% a 55,4%) e 60-64 anni (da 54,1% a 58,7%).
Non ci sono differenze significative di genere.

In relazione all’età, i giovani (17-19 anni) e le persone di 60 anni e oltre sono più soddisfatte rispetto agli individui delle classi d’età centrali (20-59 anni).

Rispetto alla condizione professionale la crescita è superiore alla media tra i lavoratori autonomi (da 48,7% a 54,7%) e i pensionati (da 58,0% a 63,8%).

A livello territoriale, a dichiararsi molto o abbastanza soddisfatto è il 62,1% dei cittadini del Nord, il 56,1% di quelli del Centro e il 49,3% dei residenti nel Mezzogiorno. In quest’ultima area, dove le persone manifestano in generale una minor soddisfazione, nell’ultimo anno si registra una ripresa più marcata della quota dei “molto o abbastanza soddisfatti” (da 43,7% a 49,3%) (Tavola 6 in allegato)