Le entrate fiscali, in miliardi di euro, nei primi nove mesi del 2019

16 Novembre 2019, di Massimiliano Volpe

Nei primi nove mesi del 2019 le entrate tributarie erariali ammontano a 324,8 miliardi di euro (+3,1 miliardi di euro, pari a +1%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Le imposte dirette risultano pari a 174,4 miliardi di euro (+1,3 miliardi di euro pari a +0,8%).
Le imposte indirette ammontano a 150,3 miliardi di euro (+1,7 miliardi di euro, pari a +1,2%).

E’ quanto emerge dal Rapporto sull’andamento delle entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-settembre 2019 redatto congiuntamente dal Dipartimento delle Finanze e dal Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato.

Tra le imposte dirette, il gettito IRPEF si è attestato a 139,2 miliardi di euro (+2.300 milioni di euro, +1,7%). L’andamento delle ritenute IRPEF è positivo (+2,7 miliardi di euro, +2,2%).
L’IRES è risultata pari a 16,5 miliardi di euro (+403 milioni di euro, pari a +2,5 %).

Da segnalare gli andamenti negativi dell’imposta sostitutiva sui redditi nonché ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (-77 milioni di euro, -1,2%), dell’imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle plusvalenze (-756 milioni di euro, -77,2%) e dell’imposta sostitutiva sul valore dell’attivo dei fondi pensione (-778 milioni di euro, -83,8%) che riflettono le performance negative per il 2018 dei mercati finanziari e dei rendimenti medi delle diverse tipologie di previdenza complementare.