Lavoro, 40% giovani assunti grazie a competenze digitali

1 Dicembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Le competenze digitali si rivelano sempre più la carta vincente per trovare nuovo posto di lavoro. Secondo quanto emerge dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, due giovani su cinque sono stati assunti nel 2015 grazie alle proprie competenze nel settore. Una capacità che colloca la generazione dei millennials, quella dai 18 ai 34 anni, in una posizione più favorevole nella ricerca di un nuovo lavoro.

La domanda di esperti nel digitale arriva soprattutto dalle imprese della Lombardia (26,2%) seguite da quelle del Lazio (12,2%) e del Piemonte (9,3%). Una domanda che spesso non e’ colmata per via della difficoltà di reperimento dei giusti candidati in possesso di competenze digitali si rivela mediamente più elevata rispetto a quella delle altre professioni (16% contro il 10,1%)

I dati sono stati resi  noti in occasione del laboratorio organizzato a Roma alla presenza di Giuliano Poletti, Ministro del lavoro e delle politiche sociali, e dei rappresentanti di Google e Unioncamere all’interno del progetto “Crescere in digitale”, l’iniziativa che punta a diffondere le competenze digitali.

A quasi tre mesi dal lancio il progetto Crescere in Digitale, il progetto ha già raggiunto risultati importanti: oltre 200.000 le ore di formazione erogate, pari a quasi 25 anni di studio; quasi 36.000 i ragazzi iscritti al progetto; più di 2.600 i giovani che hanno completato il percorso formativo online; circa 900 le aziende pronte ad ospitare uno o più aspiranti «digitalizzatori». E oggi sono oltre 2.000 i giovani che, avendo superato i primi test, possono essere avviati al tirocinio previsto presso le tantissime imprese aderenti al progetto, distribuite su tutto il territorio nazionale.