L’americano Gabelli punta alle pmi italiane, la sua spac sbarca a Piazza Affari

20 Aprile 2018, di Mariangela Tessa

Sbarca oggi sul mercato Aim di Borsa Italiana Gabelli Value for Italy, una nuova spac che fa capo al gruppo americano Gabelli. La società ha collocato 11 milioni di azioni ordinarie accompagnate da 5,5 milioni di warrant. La domanda, da investitori italiani e internazionali, ha superato il target iniziale di 100 milioni di euro, portando la dimensione definitiva dell’offerta a 110 milioni.

Gabelli Investment Partners International, società promotrice della Spac, sottoscriverà attraverso sue controllate 385mila azioni speciali non quotate, per un controvalore di 3,85 milioni.Ubi Banca e UniCredit Cib sono joint global coordinator e joint bookrunner, con Banor co-bookrunner. Ubi Banca è anche Nomad e Specialist.

L’obiettivo della nuova spac è investire su un settore, quello delle piccole e medie imprese italiane, che è diventato molto interessante, soprattutto alla luce dei Pir. Tra i promotori c’è Marc Gabelli, figlio del magnate statunitense Mario Gabelli, affiancato da un gruppo di professionisti tra i quali Alessandro Papetti (ex partner di Clessidra sgr), Nicolò Brandolini d’Adda (ex co-head Equities in Europa a JP. Morgan Markets – Bear Stearns), Micaela Capelli (ex investment banker e director of capital markets di Banca Esperia e UBI Banca), Douglas Jamieson (presidente e ceo della controllante Associated Capital Group) e Carlo Gentili (fondatore e ceo di Nextam Partners).

Marc Gabelli e il padre Mario sono tra i più noti money manager statunitensi. Di origine italiana, il padre Mario ha costituito nel 1976 la Gabelli & Co, operante nel settore dell’intermediazione finanziaria, poi diventata Gamco Investors.

Mario Gabelli è tuttora presidente e Ceo e detiene il 50% delle azioni di Gamco mentre suo figlio Marc lavora nell’azienda di famiglia e in particolare gestisce il fondo d’investimento Gabelli Global Opportunity Fund.