LA TOSCANA RIDUCE ASSESSORI, CONSIGLIERI E SPESE

25 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

– Firenze, 25 giu – “La Toscana è la prima Regione in Italia che taglierà il numero degli assessori e dei consiglieri. Sarà una decisione solenne, che verrà presa con l’accordo di tutte le forze politiche.” Claudio Martini, presidente della Regione Toscana, annuncia il duplice impegno che la sua amministrazione prenderà mercoledì con i cittadini. “Il primo è la riduzione del numero di consiglieri e assessori, il secondo consiste nella cura dimagrante della “macchina” regionale, che a conti fatti porterà un risparmio complessivo di 60-65 milioni di euro”. Il presidente presenterà la sua proposta all’esame del consiglio di mercoledì. Il piano prevede non solo l’accorpamento di svariate agenzie e enti dipendenti dalla Regione (oggi sono una galassia di 90 fra enti, agenzie, aziende e fondazioni: dopo la cura ce ne saranno 27 di meno, con una riduzione nelle nomine di circa 200 posti) ma anche una serie di snellimenti, razionalizzazioni e semplificazioni, che investiranno tutti i settori, a cominciare dalla sanità. Ed è proprio nella sanità che si ipotizza un risparmio di 35-40 milioni di euro grazie al contenimento della spesa farmaceutica, territoriale e ospedaliera.