La ristrutturazione di Yahoo! tocca l’Italia: chiuderà ufficio Milano

3 Febbraio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Il piano di ristrutturazione di Yahoo! tocca anche l’Italia. Il gruppo Internet americano, impegnato a ridurre le spese per far tornare i conti, ha annunciato ieri il taglio del 15% della forza lavoro globale, ovvero 1.700 dipendenti, e la chiusura degli uffici in cinque grandi città, compresa Milano.

Le altre metropoli internazionali che saranno spazzate via dai tagli di Yahoo Madrid in Europa e poi Dubai, Città del Messico e Buenos Aires. Obiettivo: risparmiare di 400 milioni di dollari nelle spese di gestione entro fine anno.

L’annuncio e’ arrivato ieri in concomitanza con la presentazione dei conti del quarto trimestre del 2015, periodo in cui Yahoo ha subito una perdita di 4.435 miliardi di dollari a causa della svalutazione di vari asset tra cui Tumblr.

Al netto di voci straordinarie, i profitti per azione sono stati pari a 13 centesimi, in calo dai 30 dello stesso periodo dell’anno precedente ma in linea alle stime. I ricavi sono cresciuti dell’1,6% a 1,27 miliardi, leggermente sopra le previsioni degli analisti.

Nonostante l’annuncio dei tagli, oggi il titolo continua a perdere terreno a Wall Street , registrando un crollo del 7% che ha spinto o il titolo sotto i 27 dollari. Un livello sotto il target price fissato oggi da Mizuho Securities, che ha tagliato il prezzo obiettivo a 29 dollari (dai precedenti 32 dollari), mantenendo un rating neutral.