La politica in vetrina: sinistra smarrita

10 Luglio 2017, di Giovanni Falcone

Se dovessimo scrivere un film sulla “SINISTRA ASSORTITA ITALIANA”, si potrebbe intitolare: Uniti contro!
Uniti, non per progettare qualcosa di utile, ma semplicemente per ostacolare qualcosa o contro qualcuno.
Questa è la storia di un insieme di sterpaglie e aspiranti cespugli che decidono di mettersi insieme, pensando in tal modo di diventare un Partito: c’è qualcosa che non funziona o che mi sfugge.
Parlo dell’ex Sindaco di Milano – al secolo Giuliano PISAPIA – che si è messo in testa di ri … unire la sinistra a cominciare dal Partito democratico nel quale, solo recentemente è stato eletto a suffragio diretto il Segretario, votato con il 70% dei consensi da parte degli iscritti.

Per lor signori questa scelta è un dettaglio, la buon’anima direbbe una quisquiglia e certamente non piace e allora che fanno? Si mettono insieme per ostacolare il cammino del Partito democratico riservando un trattamento particolare al neo eletto segretario Matteo RENZI.
Loro, compreso qualche adepto all’interno del Partito – penso alla coppia CUPERLO & ORLANDO – non hanno idee né per l’immediato e men che mai per il futuro. Loro, propongono alleanze, parlano di incarichi, poltrone a go-go e pongono una sola condizione: la scomparsa di Matteo RENZI non rendendosi conto di opporsi ad una larghissima parte della base della loro storia politica.

Solo recentemente si è aggiunta una voce autorevole a questa schiera di “tromboni”, il ministro FRANCESCHINI che ha detto fra l’altro: “divisi si perde”.
Tutti dimenticano i fallimenti passati a cominciare dall’esperienza dell’Ulivo di Romano PRODI laddove, mettendo insieme “il diavolo e l’acqua santa” al solo scopo di battere le destre, l’operazione riuscì per vincere le elezioni e giammai per governare.

Ma questo è un ulteriore dettaglio in grado di dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio, si direbbe in un’Aula di tribunale, l’intento doloso nella ricerca di “incarichi & poltrone” da parte di questi vecchi soloni che mai nulla di utile hanno fatto o anche solo proposto per il sistema Paese.
Questi soloni rigorosamente allineati all’interno di queste sterpaglie, vi risulta che abbiano mai fatto una proposta, che sia una negli ultimi trent’anni rivolta a ridurre i costi della politica, semplificare la burocrazia e combattere la corruzione, abolire enti inutili etc.?

Mai: zero e porta zero!

Però malgrado tutto gli rimane una fissazione: ri … unire la sinistra ma, non essendo d’accordo su nulla non si capisce e nessuno lo spiega per fare cosa!